DOLOMITI-TURISMO.IT

 

INFO GENERALI

 

 

DOVE DORMIRE

 

 

COSA VEDERE

 

 

NOLEGGIO AUTO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cucina tipicadelle Dolomiti!

Strudel di Mele, impossibile non mangiarlo.

 

Cucina autentica, prodotti locali, piatti preparati in casa e antiche tradizioni, che vengono tramandate con dedizione e passione.

Erbe, frutti dei boschi (lamponi, funghi, mirtilli), assieme al latte, burro, formaggi, e ovviamente, speck, per preparare piatti deliziosi, e sconosciuti ai più. Sono questi gli ingredienti giusti usati per la preparazione dei piatti poveri, tipici della tradizione dolomitica, come brodo fritto, o brodo al vino, sfogliatelle di patate, o le patate e cipolle.

Tra i più famosi ci sono i canederli (simbolo della vecchia cucina mitteleuropea, è una ricetta nata dalla necessità di sfruttare il pane raffermo e i prodotti caserecci) o knodel, in mille varianti, la pastisada, e i casunziei, classici della cucina trentina e altotesina, che sono ravioli a forma di mezzaluna ripieni di rape rosse o spinaci.

Anche la minestra di orzo è uno dei piatti tipici della cucina alto atesina, perfetta per le fredde giornate invernali. Con speck e carne di maiale affumicato viene servita come piatto unico, accompagnata da alcune fette di pane integrale. Sulla tavola non può mancare il risotto al teroldego, piatto molto diffuso in Trentino, associato sempre ad un buon bicchiere di vino.

 

Cucina tipica delle Dolomiti - Canederli

 

E poi, ancora, le taiadèle smalzàde ovvero la pasta saltata in padella, gli strangolapreti, spinaci al vapore; trippe in brodo, ricercatissime dai buongustai amanti della vecchia cucina, simbolo della gastronomia contadina. Lo smacafam, frittata di grano saraceno, canederli, gnocchi di pane raffermo e spinaci e il tortèl di patate, la torta di pomi.
E immancabile non poteva essere che il famosissimo strudel di mele dell’Alto Adige, che viene preparato con tre tipi diversi di impasti: con la pasta sfoglia, con la pasta matta o con la pasta frolla, a seconda della consistenza che si vuole ottenere. Tra i dolci, poi, ci sono i canifli, frittelle accompagnate con il vin brulè e i crafon, frittelle di farina di frumento e segale con semi di cumino.
Ma se la mela è uno dei prodotti tipici della cucina dolomitica, non da meno sono i formaggi, che sono alla base di numerose e gustose ricette come il casolet (Val di Sole), trentigrana (Val di Non) le ricotte e il burro, trasformato dal latte secondo antiche tradizioni.
Famosa in Trentino la Strada dei Formaggi delle Dolomiti, un percorso gatronomico da veri intenditori.
Non solo piatti gustosi e genuini, ad accompagnare il tutto ci vuole un buon vino come il groppello, rosso. E per concludere, non possono mancare le degustazioni delle grappe aromatizzate al cimino, al pino mugo, al ginepro, ai mirtilli e alla genziana. Oggi fra Trentino, Alto Adige e Bellunese ci sono ottimi ristoranti e grandissimi cuochi, fantastici vini e i migliori spumanti del mondo. Le Dolomiti sono diventate, nel corso degli anni, una terra dell’alta gastronomia, apprezzata in tutto il mondo.

 

Dolomiti-Turismo.it è una realizzazione
Net Reserve srl
Via A. Lamarmora, 22
50121 Firenze
Tel: 055.573331
P.Iva/C.F 02291930481

 




LE VALLI DOLOMITICHEA contatto con la Natura

I LAGHISmeraldi incastonati tra le vette

I PASSI E LE CIMEAspre vette da scalare e Passi colmi di storia